Restauro villetta Sant’Andrea.

salotto

Fasi del restauro:

La cliente è arrivata da noi con la voglia di demolire la scala esistente, ma grazie ai nostri consigli, l’abbiamo mantenuta, ma modificata ,dipingendola ( sia il telaio che la ringhiera, la pedata è rimasta del colore originale) e creando tutta un struttura di cartongesso chiudendo ogni singolo scalino, ricavando anche un comodissimo sgabuzzino sottoscala, con una porta a scomparsa apertura push pull, facendo in modo che non abbia più molta dispersione del calore della stufa a legno esistente.
Modifiche murali interne con eliminazione di due porte : 1 porta che dall’ingresso va in soggiorno e 1 porta che dal soggiorno va in cucina, con il conseguente ampliamento del passaggio di circa 40/50 cm.
Costruzione di abbassamento controsoffitto che dal salotto porta in cucina, illuminando anche la zona lavoro della stessa .
Copertura pavimenti esistenti con un pavimento in pvc ad incollo simil legno, comodo in quanto resistente anche all’acqua e dall’effetto ottico molto realistico.
Il tavolo e le sedie della cliente, sono state recuperate (nonostante la cliente volesse cambiare perché non gli piacevano più) grazie ad un lavoro di levigatura e pittura che li hanno resi attualissimi e unici, compreso il rivestimento della seduta delle sedie con un tessuto spalmato molto comodo in quanto anti macchia.

In salotto è stato montato un grande armadio scorrevole con ante a specchio, che la cliente utilizza sia come dispensa, come zona lavoro al pc, grazie ad un ripiano scorrevole interno, sia come ripostiglio per i capi degli ospiti.

Divano grande con chaise-longue laterale, posizionato frontalmente alla tv, come da richiesta della cliente, la tv è stata appesa al muro e sotto realizzato un mobile semplice, senza maniglie, con apertura a ribalta push pull, in laccato opaco colore tortora, che potrà utilizzare anche come eventuale seduta aggiuntiva per gli ospiti.

Cucina nuova, con una zona lineare di lavoro con maniglia gola, cappa inserita all’interno del pensile, e realizzato un grande bancone con piano sagomato sul posto in otite, la parete retro cucina è stata dipinta con una pittura in smalto, così da evitare l’applicazione di piastrelle che poi avrebbero “datato” la casa. Il frigo era già della cliente, per cui per dargli un senso, lo abbiamo posizionate al centro di due colonne estraibili a carrello, comodissime per creare una dispensa.

Il tutto decorato con particolari luci, sia faretti da incasso decoratici emozionali mescolati a faretti semplicissimi, lampadari e applique con cristalli che creano giochi di luci sulle pareti, tende con tessuti comodissimi in quanto non necessitano la fase di stiratura, impreziosite da embrassè, quadri e pannelli ricercati, recupero di qualche mobile esistente dopo averli rinnovati con la pittura e la sostituzione delle maniglie, cuscini vari di pelo, tessuto e pailettes.

A lavoro ultimato:

Le fasi precedenti:

Back to top